Casa, lavoro, bambini, negozi, sonno … poche coppie riescono a mantenere la luminosità dei sentimenti in questo rigoroso sistema di coordinate. È tutto buono per te ora, o qualcosa non è molto buono, è sempre utile guardare la tua unione un po ‘più da vicino, capire i suoi punti di forza e di debolezza per decidere come (insieme) vivere.

Continuiamo a vivere in un mondo di illusioni: il 69% di coloro che si sposano ancora sono convinti che lo stiano facendo una volta per tutte*. Il 79% di coloro che si sono già legati sono sicuri dello stesso. I giovani (fino a 25 anni) e quelli che hanno 55: 58% e 39%, rispettivamente, credono che “una persona deve creare una famiglia una volta e per la vita”. Quali risultati sorprendenti, che meraviglioso amore accecante! In realtà, tutto è diverso: per ogni due matrimonio ci sono un divorzio **. Il 26% delle famiglie si rompe dopo 4-6 anni di vita insieme, 16% tra 7-9 anni e 41% dopo 10-25 anni. Nell’ultimo mezzo secolo, la situazione è cambiata in modo significativo nel nostro paese: nel 1960, c’erano più volte una volta e mezza i matrimoni e ci sono tre volte meno divorzi di adesso. Quello che è successo?

“La famiglia nella società moderna ha smesso di essere una necessità: spesso entrambi i partner lavorano e sono economicamente indipendenti, è del tutto possibile affrontare i compiti e crescere i figli da soli e il significato pratico del matrimonio per la sopravvivenza scompare”, ha detto lo psicoterapesta familiare Varvara Sidorov. – Inoltre, abbiamo più opportunità di fare nuovi conoscenti, che riducono significativamente vari paure, tra cui rimanere soli. Un altro motivo per i divorzi: il matrimonio stesso è diventato più libero grazie alla rivoluzione sessuale e rafforza la posizione femminile nella società. Ora entrambi i partner hanno la sensazione di avere abbastanza libertà, risorse e sforzi per fare ciò che vogliono e di non rimanere in matrimonio, se diventa a disagio “. Di fronte a noi, le porte si sono aperte nello spazio di una ricerca d’amore infinita. Grazie ai siti di appuntamenti, iniziamo a pensare che un’anima gemella possa essere trovata usando un profilo adeguatamente riempito e il problema senza problemi, veloce – quasi sterile – un divorzio con un accordo reciproco ci ha quasi convinto che il matrimonio è solo una formalità. Tuttavia, tra noi sempre più persone che vogliono conciliare l’ingrociliabile: domestica ed eterna, lunga vita articolare e intensità di passioni, obblighi e indipendenza.

Capire quanto sono forti quei fili invisibili che ci tengono insieme e realizzano il luogo in cui rinunciamo alla nostra relazione.

Noi e la nostra relazione

Quali sono i prosperi matrimoni “lunghi -gioco”? Ragioni generali per rimanere insieme, caratteristici di tutti i sindacati senza eccezione, un po ‘. E il principale tra loro è la comunicazione. Se i partner possono con calma, senza causalità e ulceratività, condurre un dialogo, gli anni dell’esistenza armoniosa sono infilati dopo l’altro, come perline su un filo forte. “La comunicazione può essere completamente diversa, i coniugi sono abbastanza in grado di interagire senza parole: azioni tempestive, gesti convincenti o espressioni facciali”, è sicuro Varvara Sidorov. – ma nell’ambiente urbano, la comunicazione è più spesso legata a parole. La cosa principale è che hanno una chiara comunicazione tra i partner, grazie alla quale, di conseguenza, sorgerà una situazione emotivamente e fisicamente comoda per entrambi. La tale interazione di più successo, il matrimonio più stabile “.

Gli uomini non vogliono parlare di sentimenti.

O semplicemente non so come? “Se chiedi a un uomo cosa sente, preferisce dire cosa pensa”, ha detto il sessuologo Igor Kon. – Molti ragazzi non notano nemmeno la differenza. “. E questo non è sorprendente: viene ancora insegnato a sopprimere i loro sentimenti, si vergognano se piangono. Pertanto, gli uomini sono molto più spesso delle donne, soffrono di alessitimia – l’incapacità di distinguere le loro emozioni e descriverle con le parole (e quindi l’incapacità di condividere esperienze e mancanza di empatia). Cosa fare a coloro che vivono con Alexitimik? Colin Hesse, psicologo dell’Università del Missouri (USA), ha studiato più di 900 persone che soffrono di Alexitimia e ha scoperto che lo scambio di tenerezza (abbracci, tocco, sorrisi) migliora significativamente la loro vita, aiuta a stabilire relazioni più calde e riservate *. Sembra che a volte puoi fare a meno delle parole.

* Personalità e differenze individuali, 2011, n. 50 (4).

Incoraggiato da questo desiderio – di vivere in sildenafil-generico.com pace e conforto, le coppie stanno discutendo di ciò che eccita, piatti, impressionanti, sorprendenti, fastidiosi o causando dolore. E ti suggeriamo di iniziare (o continuare) questa conversazione con l’aiuto dei nostri dossiers. Ecco un test insolito, creato da famosi specialisti europei, psicologie degli esperti: lo psicologo sociale Jacques Salome, lo psicoanalista Robert Nueburger, lo psicoterapeuta e il sexologico Alain Heril (Alin Heril) e lo psicologo clinico Mariez Vaian. In ciascuna delle quattro parti di questo test, invitiamo i partner a porre prima le proprie domande e quindi rispondiamo alle domande per due insieme. Non ci sono risposte corrette e sbagliate qui. Più precisamente, gli autori del test non offrono affatto risposte fatte: vedono il loro compito nel garantire che il dialogo sia profondo e importante per due. Il compito, ovviamente, non è quello di “ridurre l’equilibrio”: riempire le celle “per” o “contro”, stabilire che c’è un bene (o cattivo) nella tua vita e ottenere una conclusione universale: più “sì” – L’unione è forte, più “no” – è tempo di separarsi. Gli esperti non avevano il compito di controllare la tua unione per la forza. Ti invitano a pensare con calma e gentilmente a ciò che sta accadendo a te e alla tua relazione in questa fase, anche se, ovviamente, le conclusioni di questa conversazione potrebbero essere inaspettate o, al contrario, confermare che hai già sospettato così tanto tempo fa. Le stesse domande possono essere utili per coloro che ora sono soli: prova a immergersi nel “mezzo nutrizionale” dei pensieri, pensa alle esperienze passate dell’amore e preparati a ciò che potrebbe aspettarti nel prossimo futuro.

Riunioni obbligatori

Cogli l’occasione e cerca di capire quanto siano forti quei thread invisibili che ci tengono insieme, oltre a determinare il luogo in cui cediamo alla nostra relazione – questo è ciò che possiamo fare, facendo affidamento sulle domande del test. Se accettiamo di continuare la nostra avventura generale, sia che vediamo la nostra coppia come l’unione di due persone che sono pronte a imparare a superare le circostanze (a volte con sforzo e dolore) e considerarli come ostacoli, invece di vedere una ragione per il prossimo conflitto o gap finale … Secondo la psicoterapeuta Virginia Satir, quando sorgono solo le relazioni, vogliamo credere che la vita insieme si rivelerà da sola ****. Ma nella magia e nella magia dei primi incontri, agiamo non solo noi, ma anche il nostro inconscio. In questi momenti di amanti non ce ne sono mai due: lui (lei) e le sue idee su di lei (su di lui). “Per quanto riguarda la coppia, è qualcosa di terzo, non tu, non io, non quello che pensiamo l’uno dell’altro, ma un’unità indipendente, un organismo separato in cui io e le mie idee siamo solo parte”, afferma Varvara Sidorov. – La coppia ha il suo destino, il suo ciclo di vita, l’ordine e il dispositivo interno. Vive secondo le sue stesse leggi e non sempre uno sforzo consapevole di uno dei coniugi può essere rifatto come vuole “. Eventuali cambiamenti che si verificano nella vita dei partner influenzano l’equilibrio della coppia. La tensione del riconoscimento reciproco scompare, ma i nuovi componenti sono ritardati, i nuovi schemi vengono intrecciati. “Le relazioni del primo anno, l’emergere di bambini, tutti i principali eventi della vita sono sempre un test serio per due. Proprio come la morte di persone care, incroci, licenziamento o successi di carriera. Qualsiasi evento significativo non va senza traccia per la famiglia “, ha detto Varvara Sidorov. Nel corso degli anni, la storia delle relazioni sta diventando sempre più satura e goffa e sono necessari tempo, sforzi e opportunità per abituarsi. Ciò che sembrava attraente tre, cinque, dieci anni fa, ora potrebbe sembrare completamente senza vita: improvvisamente iniziamo a preoccuparci di una ragione completamente normale o siamo sorpresi dalle esigenze improvvise. E tutto questo, ovviamente, richiede una discussione con un partner.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

×